BAUHAUS: A ROMA UNA COLAZIONE SARTORIALE

 L’ex forno del quartiere Garbatella propone un format all-day-long

Sulla colazione non si scherza. Da tempo medici e nutrizionisti la indicano come il pasto più importante della giornata, e questo assunto è diventato un dogma anche per Bauhaus, la nuova location di culto della Capitale. Siamo nel vivace quartiere della Garbatella e l'ex forno storico di zona, a poco più di un anno dalla sua apertura rinnova la propria offerta. Nomen omen diremmo, estetico ma funzionale rispecchiando i dettami dello storico movimento artistico d'avanguardia da cui prende il nome. Il format è un all-day-long, la scelta abbracciata daifratelli Valerio e Giorgio Giglietti, già proprietari del vicino e storico Biffi.  

Il concetto è chiaro: abbandonare la settorialità dei pasti e fonderli con un trait d’union; una colazione che prima diventa brunch e che poi diventa pranzo. Un’ottima notizia che metterà senz’altro d’accordo mattinieri e non. Una colazione di stampo internazionale ma adattata ai costumi e agli usi della cultura del bel paese.

Materie prime locali, e non solo, di altissimo prestigio: Latte Salvaderi, (latte nobile prodotto nel rispetto dell’ecosostenibilità con una alimentazione al 70% di erba e fieno, un allevamento naturale e non forzato), succhi di frutta Alain Milliat (un vero e proprio pioniere francese del mondo dei succhi), Babasucco per gli estratti a freddo. Sono queste alcune delle tante garanzie di attenzione per il prodotto.

La proposta food, invece, è curata dallo Chef Andrea Castagna (ex Noma a Copenaghen) a braccio con la pasticcera di casa Bauhaus. Una vasta scelta tra dolce e salato: si parte da pancake, waffle, cinnamon roll, frutta fresca o secca; dolci da forno come crostate, ciambelloni, banana bread fino ad arrivare a sapori più decisi con croque madame e croque monsieur, scrambled eggs, avocado toast con salmone o uova, omelette (anche in versione veggy). Una colazione alla carta che, per i più golosi, offre anche una vasta scelta tra le monoporzioni della piccola pasticceria (sacher, carrot cake, red velvet o tartelletta di frutta fresca). Ma non è tutto. 


The Les Baxter, la saletta privata con una capienza massima di 6 posti e scrigno di Bauhaus, è pronta ad accogliere la Breakfast Experience: una sorta di percorso degustazione della colazione, per assaporare più proposte della cucina; il tutto accompagnato da musica ad hoc per un’esperienza su misura. Un concept di colazione personalizzata che si presta a colazioni private e anche, perché no, ad un momento romantico per iniziare al meglio la giornata. 


 

0 Commenti

Lascia un commento

Acconsento al Trattamento dei miei dati Personali nel rispetto del reg. 2016/679/UE e dichiaro di avere letto l'informativa sulla Privacy

Sabino Cirulli

Acconsento al Trattamento dei miei dati Personali nel rispetto del reg. 2016/679/UE e dichiaro di avere letto l'informativa sulla Privacy
Accetto di ricevere informazioni in merito a promozioni, news ed eventi relativi a questo sito in conformità al nuovo reg. 2016/679/UE sulla Privacy.