ARTE & GUSTO A PARMA I VINI DELLA VAL DI CEMBRA E DEL TRENTO DOC CON LA VIS

Martedì 15 maggio 2019 alle ore 20,00 va in scena a Parma nei locali di Arte & Gusto l’ultimo appuntamento del ricco programma della stagione 2018 – 2019 organizzato dalla “Wine and food Academy”. I protagonisti saranno i vini della Cantina Lavis, tra le eccellenze della Val di Cembra e del Trento DOC.

A spiegare i vini dell’azienda: Luciano Rappo Enologo e Direzione Commerciale Italia Ho Re Ca Cesarini Sforza Spumanti.

Con quest’ultimo appuntamento di “Vignaioli e produttori s’incontrano a tavola”, si conclude il ricco programma delle Wine and Food Academy 2018 – 2019 che ha visto protagonisti i grandi nomi del mondo enogastronomico italiano ospiti qui da Arte & Gusto.

La cena del 15 maggio sarà dedicata al Trento DOC e al territorio della Val di Cembra territorio vocato alla viticultura da tempi remoti. L’azienda Cesarini Sforza è un patrimonio collettivo nel cuore del Trentino. 750 ettari di vigna per circa 800 soci dediti alla cura di un territorio collinare vocato alla vite che fanno della specificità produttiva, della territorialità e della qualità la loro bandiera.

I vigneti sono coltivati per l’80% a uve a bacca bianca, tra le quali prevalgono Chardonnay, Pinot Grigio e Müller Thurgau. Tra le uve rosse troviamo invece Schiava, Pinot Nero, Merlot, Teroldego e Lagrein. L’area produttiva è costituita da vigneti ubicati in Trentino.

Cesarini Sforza è tra le più note griffe trentine di spumanti e una delle aziende che hanno contribuito alla nascita e all’affermazione di TrentoDoc, la denominazione simbolo in Italia e nel mondo delle migliori bollicine di montagna. È come famiglia sono legati in qualche modo al territorio di Parma, in quanto parteciparono al governo del Ducato, per poi trasferirsi due secoli fa nell’allora Principato Vescovile di Trento.

Lamberto Cesarini Sforza, nel 1974, fondò, assieme ad un ristretto gruppo di amici, l’omonima azienda vinicola con l’obiettivo di produrre spumanti di alta qualità che sapessero imporsi non solo tra i produttori trentini, ma anche sulla scena nazionale e internazionale.

La selezione dei vigneti fatta in base agli studi di zonazione che la cantina ha effettuato a fine anni Novanta consente agli enologi di contribuire alla nascita della Trentodoc, la denominazione che racchiude tutti i metodo classico trentini. Dal   2001 Cesarini Sforza fa parte di Cantina La-Vis e Valle di Cembra, la grande cooperativa vinicola trentina.

Dietro ai fornelli protagonista della serata sarà come sempre la brigata di Arte & Gusto, guidata dalloChef Alfonso Francese, a cui spetterà il compito di interpretare di volta in volta sapori di terre lontane unite al piacere per la convivialità e la buona tavola. Per l’occasione preparerà un menu da abbinare ai vini di questo territorio. Antipasto: battuta di manzo al coltello, canestrini di sfoglia con ripieno di fontina e involtini di speckvino in abbinamento: Trento DOC Riserva 1673 Extra Brut.Primo Piatto: Tortelloni con speck e salvia vino in abbinamento: Aquila Reale Riserva Trento DOC - Cesarini Sforza. Secondo: Filetto di Maialino nero ai funghi porcini di Borgotaro vino in abbinamento: GREGGI LAGREIN Trentino Doc. Dolce: Strudel di mele alla vaniglia vino in abbinamento: Bianco Vigneti Delle Dolomiti IGT MANDOLAIA.

 
 

 

 

Claudio Zeni

Claudio Zeni, laureato in Letterature e Lingue straniere è nel mondo del giornalismo dall’età di 18 anni. Appassionato di sport, enogastronomia e turismo collabora con media locali, nazionali ed internazionali di settore. Tra i principali riconoscimenti giornalistici assegnatigli si ricorda il premio nazionale Gennaro Paone consegnatogli a Roma dal direttore generale dell’Enit, il I.o premio giornalistico nazionale ‘Strada del Vino del Recioto e di Gambellara’, il I.o premio ‘Primavera del prosecco’, 'Amici della Chianina', 'Premio Tarlati', 'Scandiano', 'Sant'Angelo in Vado, 'Apicio', 'La bisaccia del tartufaio', 'Burson'. Per quattro anni ha seguito l’Hong Kong Food Festival e per due ha coordinato la manifestazione nazionale Top of Golf finalizzata alla proclamazione del miglior ristorante della ‘Wine Tour Cup’ dell'Associazione 'Città del Vino'. Coordinatore della giuria e dei cuochi del concorso culinario ‘Tartufo d’oro’ di Gubbio’. Unitamente al Presidente dei Cuochi di Arezzo organizza il concorso 'Penne bruciate', giornalisti ai fornelli dove a vincere è il 'piatto peggiore'. Autore con Leone Cungi del libro ‘Sport e società a Monte San Savino (Un secolo di storia sportiva e tradizioni sul borgo toscano).

Acconsento al Trattamento dei miei dati Personali nel rispetto del reg. 2016/679/UE e dichiaro di avere letto l'informativa sulla Privacy
Accetto di ricevere informazioni in merito a promozioni, news ed eventi relativi a questo sito in conformità al nuovo reg. 2016/679/UE sulla Privacy.