APPUNTAMENTO CON LA BELLEZZA NEL SALENTO

Emozioni diffuse per chi vuole riempirsi gli occhi di bellezza nel Salento più autentico. Una vacanza senza orologio nella dimora ottocentesca Le Sei Conche nel piccolo borgo di Gemini, frazione di Ugento, con la colazione nel giardino a bordo piscina e il relax in spiaggia con ombrellone riservato a Lido Pineta, che si raggiunge in quindici minuti con le bici a pedalata assistita. Nel pomeriggio un bel trattamento benessere nella private SPA, aperta negli spazi ipogei de Le Sei Conche con piscina con postazioni idromassaggio nella vecchia cisterna, bio sauna, doccia emozionale e zona massaggi. A cena appuntamento imperdibile nell’annessa Farnari Unconventional Locanda, per provare la cucina tradizionale, ma non convenzionale dello chef Eugenio Pindinello. Gli ingredienti ci sono tutti per abbandonare la routine, visitare posti nuovi, lasciarsi cullare dalle onde e ricaricarsi di energia.

Incanto in spiaggia e tramonti infuocati.  A cinque chilometri da Gemini, in località Fontanelle sulla costa jonica tra Torre San Giovanni e Torre Mozza, Lido Pineta (lidopineta.it, 334.3130040), è uno stabilimento balneare eco-friendly all’interno del Parco Naturale Regionale Litorale di Ugento.  Nell’area relax si ozia sotto ombrelloni in canne d’Africa ben distanziati, cullati dal rumore delle onde, con il sole che al tramonto si tuffa in acqua, colorando il cielo di rosso.

Biodiversità grazie al progetto Esplorando. Lido Pineta da 9 anni offre ogni giovedì pomeriggio escursioni gratuite sulla sabbia, lungo i canali, intorno ai bacini, sui gradoni rocciosi delle serre di Ugento con le guide ambientali professioniste Emanuela Rossi e Totò Inguscio di Avanguardie, autentici esploratori del territorio (avanguardie.net, tel.347.9527701). Fino al 25 agosto, partendo da Lido Pineta si ascoltano i racconti e si osservano le peculiarità naturalistiche, storiche e archeologiche di un’area protetta estesa per 1600 ettari lungo 12 chilometri di costa.

Viaggio nel Salento inseguendo i sapori. Si cena nel suggestivo ristorante Farnari Unconventional Locanda (farnari.it, cell.3760826793), con due sale interne, di cui una ipogea ricavata nell’ex cantina del palazzo arcivescovile seicentesco e un bel dehors in terrazza: un mix di storia, artigianato e design. La cucina dello chef Eugenio Pindinello (salentino di 37 anni) è sorprendente, parte dai prodotti locali con una impronta fusion.

Fascino antico e comodità contemporanee. Le Sei Conche è un antico casolare su tre livelli, con stanze con volta salentina, camini, nicchie, stalla e granaio d’inizio ‘800, giardino e lamia sul terrazzo dei primi del ‘900 restaurato con cura, reinterpretato in chiave contemporanea.

Le 5 camere e 3 suites hanno volte a stella o a botte, muri candidi, pavimento in pastellone di calce, letti king size, alcuni con baldacchino, porte originali recuperate da un artigiano locale, come anche il portone d’ingresso, i serramenti e i mobili d’inizio ‘900, alle pareti le luminarie dei fratelli Parisi di Taurisano.

www.leseiconche.it

 

Claudio Zeni

Claudio Zeni, laureato in Letterature e Lingue straniere è nel mondo del giornalismo dall’età di 18 anni. Appassionato di sport, enogastronomia e turismo collabora con media locali, nazionali ed internazionali di settore. Tra i principali riconoscimenti giornalistici assegnatigli si ricorda il premio nazionale Gennaro Paone consegnatogli a Roma dal direttore generale dell’Enit, il I.o premio giornalistico nazionale ‘Strada del Vino del Recioto e di Gambellara’, il I.o premio ‘Primavera del prosecco’, 'Amici della Chianina', 'Premio Tarlati', 'Scandiano', 'Sant'Angelo in Vado, 'Apicio', 'La bisaccia del tartufaio', 'Burson'. Per quattro anni ha seguito l’Hong Kong Food Festival e per due ha coordinato la manifestazione nazionale Top of Golf finalizzata alla proclamazione del miglior ristorante della ‘Wine Tour Cup’ dell'Associazione 'Città del Vino'. Coordinatore della giuria e dei cuochi del concorso culinario ‘Tartufo d’oro’ di Gubbio’. Unitamente al Presidente dei Cuochi di Arezzo organizza il concorso 'Penne bruciate', giornalisti ai fornelli dove a vincere è il 'piatto peggiore'. Autore con Leone Cungi del libro ‘Sport e società a Monte San Savino (Un secolo di storia sportiva e tradizioni sul borgo toscano).

Acconsento al Trattamento dei miei dati Personali nel rispetto del reg. 2016/679/UE e dichiaro di avere letto l'informativa sulla Privacy
Accetto di ricevere informazioni in merito a promozioni, news ed eventi relativi a questo sito in conformità al nuovo reg. 2016/679/UE sulla Privacy.