ALBERTO FASCIANI UN'ARTISTA DEL MADE IN ITALY

Nella fabbrica-laboratorio di Fermo, Alberto Fasciani crea calzature che sono veri e propri capolavori di artigianalità, partendo da un presupposto fondamentale: «Chi indossa le mie scarpe deve sentirle sue fin dal primo istante».
La storia di questo imprenditore-artigiano è una di quelle belle avventure del Made in Italy più autentico, tanto apprezzate all’estero, in cui gusto, tenacia e determinazione si incontrano lungo la strada verso l’affermazione.
Un percorso che parte con il mondo dell’equitazione, dove oggi Alberto Fasciani è leader con i suoi stivali dall’alto valore tecnico, indossati dai professionisti del settore in tutto il mondo. Dallo sport al fashion il passo è breve: la scommessa è vestire i cavalieri una volta scesi da cavallo.
Nasce la prima collezione moda di stivali donna, liberamente ispirati all’universo equestre. Il successo è immediato e le proposte del marchio conquistano gli scaffali delle più prestigiose boutique di alta moda e lusso a livello internazionale.
Poche stagioni dopo debutta la linea di calzature uomo, che si impone da subito per le lavorazioni di pregio e gli inediti trattamenti.
Oggi ad Alberto Fasciani fa capo un team di oltre 40 collaboratori, di cui 25 sono dipendenti diretti: esperti artigiani che operano attivamente nello stabilimento di Fermo.

Claudio Zeni

Claudio Zeni, laureato in Letterature e Lingue straniere è nel mondo del giornalismo dall’età di 18 anni. Appassionato di sport, enogastronomia e turismo collabora con media locali, nazionali ed internazionali di settore. Tra i principali riconoscimenti giornalistici assegnatigli si ricorda il premio nazionale Gennaro Paone consegnatogli a Roma dal direttore generale dell’Enit, il I.o premio giornalistico nazionale ‘Strada del Vino del Recioto e di Gambellara’, il I.o premio ‘Primavera del prosecco’, 'Amici della Chianina', 'Premio Tarlati', 'Scandiano', 'Sant'Angelo in Vado, 'Apicio', 'La bisaccia del tartufaio', 'Burson'. Per quattro anni ha seguito l’Hong Kong Food Festival e per due ha coordinato la manifestazione nazionale Top of Golf finalizzata alla proclamazione del miglior ristorante della ‘Wine Tour Cup’ dell'Associazione 'Città del Vino'. Coordinatore della giuria e dei cuochi del concorso culinario ‘Tartufo d’oro’ di Gubbio’. Unitamente al Presidente dei Cuochi di Arezzo organizza il concorso 'Penne bruciate', giornalisti ai fornelli dove a vincere è il 'piatto peggiore'. Autore con Leone Cungi del libro ‘Sport e società a Monte San Savino (Un secolo di storia sportiva e tradizioni sul borgo toscano).

Acconsento al Trattamento dei miei dati Personali nel rispetto del reg. 2016/679/UE e dichiaro di avere letto l'informativa sulla Privacy
Accetto di ricevere informazioni in merito a promozioni, news ed eventi relativi a questo sito in conformità al nuovo reg. 2016/679/UE sulla Privacy.