A NAPOLI L'ASSEMBLEA ANNUALE DELL'ASSOCIAZIONE LE SOSTE

Diversificata, colorata e generosa, negli ultimi anni la tradizione culinaria partenopea ha saputo spiccare il salto e abbracciare il futuro con una proposta ben cesellata, originalità e brillantezza.
Ecco perché i soci Le Soste hanno voluto omaggiare questa terra dal respiro enogastronomico internazionale scegliendola quale sede dell’Assemblea 2020.
Ospiti del meraviglioso Hotel Romeo, i partecipanti sono stati accolti da uno staff cordiale e professionale nella migliore tradizione partenopea, seguendo un programma che ha unito appuntamenti istituzionali come l’Assemblea a momenti culturali come la visita al Cristo Velato, culminati nella Cena di Gala al Ristorante Il Comandante, membro Le Soste.
Presenti 23 soci, l’Assemblea è stata prima di tutto l’occasione per ratificare l’ingresso dei nuovi soci: D’O (Cornaredo, MI), Pascucci al Porticciolo (Fiumicino, RM), Sarri (Imperia), Tordomatto (Roma), Villa Maiella (Guardiagrele, CH).
Nel trattare i diversi argomenti all’ordine del giorno, non sono mancati spunti di discussione che hanno palesato il pieno e attivo coinvolgimento non solo del Direttivo ma dei soci tutti, a testimonianza di quanto l’Associazione sia operativa, concreta e attenta a tutte le diverse realtà che la contraddistinguono, per  la tutela e la valorizzazione di un patrimonio enogastronomico tanto prezioso come quello dei territori su cui operano tutti i ristoranti Le Soste.
 
Per la cena di Gala il padrone di casa Salvatore Bianco ha orchestrato e dato vita ad una serata memorabile, chiamando al suo fianco gli altri chef del panorama partenopeo.
 
La conferenza stampa di presentazione della nuova edizione de Le Soste 2020, programmata per il 2 marzo a Palazzo Reale di Milano, è stata cancellata a causa delle direttive comunali per arginare la diffusione del COVID19.
Cosi come la Cena di Gala tradizionalmente organizzata a Milano per celebrare la pubblicazione del volume.

 

Claudio Zeni

Claudio Zeni, laureato in Letterature e Lingue straniere è nel mondo del giornalismo dall’età di 18 anni. Appassionato di sport, enogastronomia e turismo collabora con media locali, nazionali ed internazionali di settore. Tra i principali riconoscimenti giornalistici assegnatigli si ricorda il premio nazionale Gennaro Paone consegnatogli a Roma dal direttore generale dell’Enit, il I.o premio giornalistico nazionale ‘Strada del Vino del Recioto e di Gambellara’, il I.o premio ‘Primavera del prosecco’, 'Amici della Chianina', 'Premio Tarlati', 'Scandiano', 'Sant'Angelo in Vado, 'Apicio', 'La bisaccia del tartufaio', 'Burson'. Per quattro anni ha seguito l’Hong Kong Food Festival e per due ha coordinato la manifestazione nazionale Top of Golf finalizzata alla proclamazione del miglior ristorante della ‘Wine Tour Cup’ dell'Associazione 'Città del Vino'. Coordinatore della giuria e dei cuochi del concorso culinario ‘Tartufo d’oro’ di Gubbio’. Unitamente al Presidente dei Cuochi di Arezzo organizza il concorso 'Penne bruciate', giornalisti ai fornelli dove a vincere è il 'piatto peggiore'. Autore con Leone Cungi del libro ‘Sport e società a Monte San Savino (Un secolo di storia sportiva e tradizioni sul borgo toscano).

Acconsento al Trattamento dei miei dati Personali nel rispetto del reg. 2016/679/UE e dichiaro di avere letto l'informativa sulla Privacy
Accetto di ricevere informazioni in merito a promozioni, news ed eventi relativi a questo sito in conformità al nuovo reg. 2016/679/UE sulla Privacy.