A LIVIGNO SENTIERO GOURMET


Livigno si prepara a un’entusiasmante nuovo appuntamento con il celebre Sentiero Gourmet. L’evento, giunto alla sua quinta edizione, in programma il 16 settembre, unisce alla valorizzazione delle tradizioni culinarie italiane e livignasche, un’immersione totale nella natura della valle, per la prima volta attirando commensali e food lovers per l’ora di pranzo, invece che di sera, come nelle edizioni precedenti.

Unico nel suo genere, il Sentiero Gourmet e? un evento gastronomico itinerante che dall’Alpe Vago si snoda, su cinque chilometri, tra i boschi del Piccolo Tibet. Il percorso e? costellato da cinque postazioni food allestite dall’Associazione Cuochi e Pasticceri di Livigno (ACPL), nata nella primavera 2001 con l’obiettivo di salvaguardare e promuovere le consuetudini culinarie della tradizione livignasca. Tra ricercatezza ed eccellenza, il Sentiero Gourmet e? un’evento gastronomico che si contraddistingue per allestimenti raffinati e suggestivi, cura nei dettagli e una proposta culinaria di alto livello nel bellissimo contesto naturalistico offerto dal Piccolo Tibet.

A ogni tappa i visitatori potranno degustare diverse proposte di finger food gourmet e piatti della tradizione rivisitati, accompagnati da una selezione di ottimi vini, serviti "al buio", ossia permettendo agli ospiti di degustare il vino abbinato al finger food, ma senza poter visionare le etichette, che verra? svelata solo al termine della degustazione.
 
Natura e gusto si fondono in un’esperienza suggestiva che stimola i sensi e soddisfa il palato in un viaggio all’insegna dei profumi e dei sapori che caratterizzano i piatti della tradizione. Partendo dagli antipasti, si passera? all’assaggio di primi piatti, piatti di mezzo, e secondi preparati con prodotti locali mixati ad ingredienti piu? ricercati e meno usuali, che guideranno i palati dei commensali fino al dessert, al caffe? e alla Taneda, liquore digestivo di origini valtellinesi preparato con i fiori dell'Achillea Moscata. Ogni postazione vanta altresi? un finger food a tema Tas’t - Livigno Native Food, pensato per valorizzare ingredienti e ricette locali.

Il progetto Tas’t nasce dalla collaborazione tra L’Associazione Cuochi e Pasticceri di Livigno, APT Livigno, produttori e albergatori con l’obiettivo non solo di salvaguardare, ma anche diffondere e tramandare ai turisti i sapori della tradizione e i prodotti piu? autentici. A questo proposito, accanto al buffet per la colazione, ogni albergo aderente allestisce l’Angolo della Colazione Livignasca (o il Cestino della Merenda Livignasca per gli appartamenti): con l’assaggio di dolci, pane, latticini, insaccati e stagionati locali, tutti gli ospiti avranno modo di conoscere e gustare le eccellenze del territorio.

L’evento, a posti limitati e accessibile obbligatoriamente esibendo Green Pass, ha un costo di 100 euro a persona: le iscrizioni, ancora aperte, dovranno essere effettuate presentandosi presso l'ufficio eventi di APT Livigno, in via saroch 1098/a.

Per maggiori informazioni: https://www.livigno.eu/

 

Claudio Zeni

Claudio Zeni, laureato in Letterature e Lingue straniere è nel mondo del giornalismo dall’età di 18 anni. Appassionato di sport, enogastronomia e turismo collabora con media locali, nazionali ed internazionali di settore. Tra i principali riconoscimenti giornalistici assegnatigli si ricorda il premio nazionale Gennaro Paone consegnatogli a Roma dal direttore generale dell’Enit, il I.o premio giornalistico nazionale ‘Strada del Vino del Recioto e di Gambellara’, il I.o premio ‘Primavera del prosecco’, 'Amici della Chianina', 'Premio Tarlati', 'Scandiano', 'Sant'Angelo in Vado, 'Apicio', 'La bisaccia del tartufaio', 'Burson'. Per quattro anni ha seguito l’Hong Kong Food Festival e per due ha coordinato la manifestazione nazionale Top of Golf finalizzata alla proclamazione del miglior ristorante della ‘Wine Tour Cup’ dell'Associazione 'Città del Vino'. Coordinatore della giuria e dei cuochi del concorso culinario ‘Tartufo d’oro’ di Gubbio’. Unitamente al Presidente dei Cuochi di Arezzo organizza il concorso 'Penne bruciate', giornalisti ai fornelli dove a vincere è il 'piatto peggiore'. Autore con Leone Cungi del libro ‘Sport e società a Monte San Savino (Un secolo di storia sportiva e tradizioni sul borgo toscano).

Acconsento al Trattamento dei miei dati Personali nel rispetto del reg. 2016/679/UE e dichiaro di avere letto l'informativa sulla Privacy
Accetto di ricevere informazioni in merito a promozioni, news ed eventi relativi a questo sito in conformità al nuovo reg. 2016/679/UE sulla Privacy.