1930'S COFFEE BREAK IL NUOVO CONCEPT BAR FIRMATO ALEPH

Grande attesa per l’apertura, 1930’s Coffee Break, il nuovo concept bar dell'Aleph Rome Hotel, Curio Collection by Hilton, un'elegante proprietà nel cuore di Roma a pochi passi dalle leggendarie Piazza di Spagna, Fontana di Trevi e Villa Borghese.

Caratterizzato da un interior decoration dallo stile cosmopolita e trendy, con i suoi splendidi pavimenti in marmo, le linee estremamente pulite, la luce calda, avvolge il visitatore in un’atmosfera senza tempo.

L’ispirazione da cui prende vita questo locale, è quella di un crossover tra la cultura italiana del calore e dell’appartenenza e quella dello charme per l’autentico caffè italiano. Emerge tutta la tradizione italiana mescolata con il lifestyle odierno della Capitale, con un risultato esperienziale unico e difficilmente imitabile.

1930’s Coffee Break è un luogo informale e conviviale aperto  a tutti coloro che cercano un posto casual ma allo stesso tempo ricercato per evadere dalla frenesia della quotidianità. Questa location urbana invita i propri ospiti al relax in compagnia di amici o colleghi, ma è anche il luogo adatto per concludere degli affari e fare smart working in una atmosfera semplice ed ospitale.

L’offerta di 1930’s Coffee Break, però, non si limita a questo. Aperto per la colazione, il pranzo ma anche una merenda pomeridiana, il concept bar si fa portavoce della cultura italiana del cibo e della qualità.

Grande attenzione alla stagionalità dei prodotti, con sandwiches artigianali, primi piatti fatti in casa -come ad esempio  i ravioli alla caprese- , una selezione di  insalate inusuali e le mille  delizie che arrivano direttamente dal forno del 1930’s Coffe Break, e  che possono essere gustate in loco o a take away.

Su questa base gourmande estremamente attraente troviamo due protagonisti assoluti: il caffè e il gelato.

Il caffè del 1930’s è caratterizzato da ricercatezza passione e dedizione,  ingredienti chiave per una miscela storica ed esclusiva firmata Bondolfi. La texture è forte, liscia e persistente, la miscela è composta da 70% Arabica, 30% Robusta. Il caffè viene macinato da una macchina del caffè a leva tradizionale e glamour, l’Athena Leva della storica casa Victoria Arduino, che fa bella mostra di sé all’interno del locale.

Il gelato fatto in casa richiama in tutto e per tutto la tradizione italiana, espressione di convivialità tra le persone, non più legato ad una occasione o ad una stagione, ma ormai perfetto per ogni giorno.

Diversi gusti tutti fatti in casa con le materie prime eccellenza della penisola italiana come il pistacchio di Bronte. Inoltre, sarà possibile gustare non solo il classico gelato ma anche una deliziosa unione fra quest’ultimo e il caffè: l’affogato al caffè con gelato alla vaniglia.

1930’s Coffee Break è dunque il luogo perfetto per brevi pause di lavoro e non, pranzi veloci, senza escludere piccoli eventi privati –una delle sale può essere privatizzata- o semplicemente per scoprire un nuovo luogo del centro di Roma, destinato a diventare il punto di riferimento per business e svago nel cuore di Roma.

Aperto a colazione, pranzo e per una merenda pomeridiana, dalle 7 alle 18.

 

Claudio Zeni

Claudio Zeni, laureato in Letterature e Lingue straniere è nel mondo del giornalismo dall’età di 18 anni. Appassionato di sport, enogastronomia e turismo collabora con media locali, nazionali ed internazionali di settore. Tra i principali riconoscimenti giornalistici assegnatigli si ricorda il premio nazionale Gennaro Paone consegnatogli a Roma dal direttore generale dell’Enit, il I.o premio giornalistico nazionale ‘Strada del Vino del Recioto e di Gambellara’, il I.o premio ‘Primavera del prosecco’, 'Amici della Chianina', 'Premio Tarlati', 'Scandiano', 'Sant'Angelo in Vado, 'Apicio', 'La bisaccia del tartufaio', 'Burson'. Per quattro anni ha seguito l’Hong Kong Food Festival e per due ha coordinato la manifestazione nazionale Top of Golf finalizzata alla proclamazione del miglior ristorante della ‘Wine Tour Cup’ dell'Associazione 'Città del Vino'. Coordinatore della giuria e dei cuochi del concorso culinario ‘Tartufo d’oro’ di Gubbio’. Unitamente al Presidente dei Cuochi di Arezzo organizza il concorso 'Penne bruciate', giornalisti ai fornelli dove a vincere è il 'piatto peggiore'. Autore con Leone Cungi del libro ‘Sport e società a Monte San Savino (Un secolo di storia sportiva e tradizioni sul borgo toscano).

Acconsento al Trattamento dei miei dati Personali nel rispetto del reg. 2016/679/UE e dichiaro di avere letto l'informativa sulla Privacy
Accetto di ricevere informazioni in merito a promozioni, news ed eventi relativi a questo sito in conformità al nuovo reg. 2016/679/UE sulla Privacy.