WEEKEND GOURMET A BRUXELLES CON EAT! BRUSSELS, DRINK! BORDEAUX

Cosa si mangia a Bruxelles? Non solo cozze e patatine fritte! Nata da una originale rielaborazione della tradizione francese, la cucina belga offre un’ampia varietà di portate di carne, proveniente dalle pianure del Brabante, e di pesce del Mare del Nord: il risultato è un’offerta di tutto rispetto, che spazia dalle elaborate ricette dei ristoranti stellati alle tentazioni del finger food di strada. Un patrimonio spesso sottovalutato, a cui Visit Brussels dedica l’8° edizione di “eat! BRUSSELS, drink! BORDEAUX!”, rassegna enogastronomica riservata alle buone forchette, che si svolgerà dal 5 all’8 settembre.

Tutti i giorni, dalle 12 alle 23 (domenica 8 settembre dalle 12 alle 21:30) più di 30 tra i migliori chef e pasticceri della città si alterneranno negli stand allestiti all’interno del Parc de Bruxelles, il cuore verde della Capitale, e serviranno le specialità più famose della tradizione locale, tratte direttamente dai menù dei loro prestigiosi ristoranti. Sarà così possibile assaggiare i migliori piatti che Bruxelles è in grado di offrire, al prezzo esclusivo di 9 euro a portata. Ospite d’onore della rassegna anche quest’anno sarà il vino Bordeaux, grazie alla partecipazione di oltre 50 aziende, tra cantine e distributori, che metteranno il prezioso nettare a disposizione degli chef per creare inediti quanto inebrianti abbinamenti.

Ci sarà spazio anche per un po’ di Italia: all’evento, infatti, parteciperanno gli chef Ugo Federico (da Capri) e Francesco Cury (da Firenze), che da qualche anno a questa parte stanno riscuotendo un grande successo nella panorama locale con la loro cucina italiana, all’insegna di pasta fresca preparata rigorosamente a mano e buon vino.  Un’altra bandiera tricolore al festival sarà quella di Luigi Ciciriello, titolare del ristorante “La Truffe Noire”, pronto a deliziare il palato con i sublimi piatti a base di tartufo che hanno reso il suo locale uno dei più rinomati della città.

Nella migliore tradizione della cucina di Bruxelles non mancheranno gli chef stellati, come Valerio Borriero – doppia stella Michelin – titolare di 3 locali tra Bruxelles e Gent, e Karen Torosyan maître de cuisine del Bozar, il ristorante che si trova all’interno del Palazzo delle Belle Arti di Bruxelles.

Spazio anche alla sperimentazione con lo chef Denis Delcampe, che proporrà una tartare ai funghi trombetta, e con il team del ristorante Sanzaru, noto per l’inedito connubio tra le tecniche della cucina giapponese e i sapori di matrice peruviana, che presenterà il suo filetto glassato all’aglio nero. Grande attesa infine per Kenzo Nakata, miglior giovane chef del 2018 secondo la prestigiosa guida Gault & Millau.

E per concludere in bellezza, non mancheranno gli stand dedicati ai formaggi, con 4 produttori del territorio, e ai dolci, con pasticceri di fama internazionale come Nikolas Koulepis – che recentemente ha aperto sulla Rue du Page una pasticceria greca – e Yasushi Sasaki, specializzato nella preparazione di dolci ispirati alla cucina giapponese, con un basso contenuto di zuccheri: la soluzione ideale per chi vuole mantenere la linea, senza perdere l’occasione di gustare un buon dessert.

In perfetta sintonia con l’anima cosmopolita di Bruxelles, tra gli highlights dell’evento ci sarà anche l’International Village, una sezione del festival dove si potranno scoprire sapori e cucine provenienti da tutto il mondo, grazie alla partecipazione straordinaria di 14 partner, tra cui, solo per citarne alcuni: Brasilia, Kiev, Chennai, Lubiana, Rabat e Seoul.

A margine della rassegna “eat! BRUSSELS, drink! BORDEAUX”, dal 6 all’8 settembre la nota birreria con cucina Moeder Lambic Fontainas, situata a due passi dalla Grand Place, ospiterà l’ Italian Beer Week-End #8 - Andrea Camaschella Edition: una rassegna speciale dedicata alle migliori etichette “made in Italy”, con la partecipazione di mastri birrai provenienti da tutte le regioni d’Italia.

Per permettere ai visitatori di “eat! BRUSSELS, drink! BORDEAUX” di vivere la manifestazione in totale relax, è stato creato un sistema che prevede il pagamento delle consumazioni senza contanti, grazie all’utilizzo di una speciale carta magnetica ricaricabile, valida per tutta la durata dell’evento.

www.eat.brussels; www.visitbrussels.it

Foto: © visit.brussels - Eric Danhier

Claudio Zeni

Claudio Zeni, laureato in Letterature e Lingue straniere è nel mondo del giornalismo dall’età di 18 anni. Appassionato di sport, enogastronomia e turismo collabora con media locali, nazionali ed internazionali di settore. Tra i principali riconoscimenti giornalistici assegnatigli si ricorda il premio nazionale Gennaro Paone consegnatogli a Roma dal direttore generale dell’Enit, il I.o premio giornalistico nazionale ‘Strada del Vino del Recioto e di Gambellara’, il I.o premio ‘Primavera del prosecco’, 'Amici della Chianina', 'Premio Tarlati', 'Scandiano', 'Sant'Angelo in Vado, 'Apicio', 'La bisaccia del tartufaio', 'Burson'. Per quattro anni ha seguito l’Hong Kong Food Festival e per due ha coordinato la manifestazione nazionale Top of Golf finalizzata alla proclamazione del miglior ristorante della ‘Wine Tour Cup’ dell'Associazione 'Città del Vino'. Coordinatore della giuria e dei cuochi del concorso culinario ‘Tartufo d’oro’ di Gubbio’. Unitamente al Presidente dei Cuochi di Arezzo organizza il concorso 'Penne bruciate', giornalisti ai fornelli dove a vincere è il 'piatto peggiore'. Autore con Leone Cungi del libro ‘Sport e società a Monte San Savino (Un secolo di storia sportiva e tradizioni sul borgo toscano).

Acconsento al Trattamento dei miei dati Personali nel rispetto del reg. 2016/679/UE e dichiaro di avere letto l'informativa sulla Privacy
Accetto di ricevere informazioni in merito a promozioni, news ed eventi relativi a questo sito in conformità al nuovo reg. 2016/679/UE sulla Privacy.