IN ALTO ADIGE ALLA SCOPERTA DEI VINI SANDBICHLER DELL'AZIENDA H.LUN

Fondata nel 1840 da Alois H. Lun (www.lun.it), è la più antica cantina privata dell’Alto Adige, pioniera della vendita del vino in bottiglia. Acquistata nel 1976 dalla famiglia Bracchetti, dal 1998 è proprietà della Cantina di Cornaiano, che ne ha garantito l’autonomia produttiva.
Il comprensorio del Mazzon, uno dei più qualificati per l’espressività del Pinot Nero, ospita una buona parte dei vigneti di proprietà dell’Azienda. Il resto si concentra nel comune di Appiano, in cui si trovano le classiche varietà bianche, coltivate tenendo in considerazione le differenti esposizioni, le peculiarità climatiche e l’altimetria.
I vini Sandbichler sono il prodotto di punta dell’Azienda, sottoposti come sono a severissime procedure di selezione delle uve già nel vigneto. La straordinaria pienezza, l’intensità degli aromi e la raffinata stagionatura caratterizzano i vini Sandbichler e ne garantiscono un’eccezionale tenuta all’invecchiamento.

Sandbichler Gewürztraminer H. Lun

È prodotto con uve Gewürztraminer in purezza, raccolte e selezionate interamente a mano una volta raggiunto il livello di maturazione ottimale. La fermentazione in acciaio conferisce al vino il suo profumo caratteristico di Lychee, rosa e garofano. È un vino dal gusto pieno che può aumentare la sua complessità con un'ulteriore stagionatura in bottiglia.

Perfetto per accompagnare gli antipasti, questo vino bianco è ideale in abbinamento con i piatti a base di pesce, crostacei o frutti di mare.

Sandbichler Pinot Bianco H. Lun

Prodotto esclusivamente con uve Pinot Bianco, raccolte e selezionate interamente a mano. La fermentazione avviene in parte in vasche di acciaio inox a temperatura controllata. Successivamente il vino affina in botti grandi di legno prima di essere imbottigliato. Si contraddistingue per la sua freschezza e mineralità.

Perfetto per piatti a base di pesce o carni bianche. Ideale con i formaggi freschi.

Sandbichler Pinot Nero H. Lun

Prodotto interamente con uve Pinot Nero, raccolte e selezionate unicamente a mano. La fermentazione avviene in vasche di acciaio inox a temperatura controllata. Successivamente il vino matura nelle tradizionali botti di legno e in parte in barrique di rovere francese, prima di essere imbottigliato. La fruttata intensità e la sua pienezza rendono questo vino veramente unico.

Perfetto per accompagnare sughi di carne, funghi e selvaggina, o vino da meditazione.

www.rinaldi1957.it

 

Claudio Zeni

Claudio Zeni, laureato in Letterature e Lingue straniere è nel mondo del giornalismo dall’età di 18 anni. Appassionato di sport, enogastronomia e turismo collabora con media locali, nazionali ed internazionali di settore. Tra i principali riconoscimenti giornalistici assegnatigli si ricorda il premio nazionale Gennaro Paone consegnatogli a Roma dal direttore generale dell’Enit, il I.o premio giornalistico nazionale ‘Strada del Vino del Recioto e di Gambellara’, il I.o premio ‘Primavera del prosecco’, 'Amici della Chianina', 'Premio Tarlati', 'Scandiano', 'Sant'Angelo in Vado, 'Apicio', 'La bisaccia del tartufaio', 'Burson'. Per quattro anni ha seguito l’Hong Kong Food Festival e per due ha coordinato la manifestazione nazionale Top of Golf finalizzata alla proclamazione del miglior ristorante della ‘Wine Tour Cup’ dell'Associazione 'Città del Vino'. Coordinatore della giuria e dei cuochi del concorso culinario ‘Tartufo d’oro’ di Gubbio’. Unitamente al Presidente dei Cuochi di Arezzo organizza il concorso 'Penne bruciate', giornalisti ai fornelli dove a vincere è il 'piatto peggiore'. Autore con Leone Cungi del libro ‘Sport e società a Monte San Savino (Un secolo di storia sportiva e tradizioni sul borgo toscano).

Acconsento al Trattamento dei miei dati Personali nel rispetto del reg. 2016/679/UE e dichiaro di avere letto l'informativa sulla Privacy
Accetto di ricevere informazioni in merito a promozioni, news ed eventi relativi a questo sito in conformità al nuovo reg. 2016/679/UE sulla Privacy.