Goloso e Curioso
 GERMANIA UNO SCRIGNO DI VALORI

GERMANIA UNO SCRIGNO DI VALORI

Da sud a nord, da est a ovest, la Germania si presenta come un susseguirsi di incantevoli scenari naturali che, per la loro unicità, sono tutelati dall’UNESCO affinché anche le generazioni future possano goderne. Se la valle del Medio Reno è nota a molti per il suo splendore paesaggistico, i castelli e le rocche che dall’alto delle colline paiono proteggere il placido fluire del Reno, probabilmente il Wattenmeer del Mare del Nord presenta una realtà meno conosciuta. Su un’area di 10.000 km2 che include due parchi nazionali e un’area protetta sul territorio dei Paesi Bassi, ogni sei ore il paesaggio muta quasi per magia con l’alternarsi delle maree. Quando il mare si ritira è possibile camminare sui fondali lasciati scoperti, osservarne la ricchissima vita segreta e, seguendo una guida esperta, passeggiare da un’isola all’altra. Tra gli straordinari habitat che consentono la sopravvivenza di oltre 10.000 specie vegetali e animali vi sono i prati salati sulla terraferma, le isole e le Hallingen (isole non protette dagli argini), dune di sabbia, distese di fieno marino e di “Watt”. Totalmente differente è la realtà del Parco Muskau al confine tra Germania e Polonia si presenta invece come uno straordinario esempio di parco paesaggistico, realizzato tra il 1815 e il 1845 secondo i progetti del principe Hermann von Pückler-Muskau, abile architetto paesaggista e scrittore di libri di viaggi. Il Limes alto-germanico ratico è uno dei più estesi monumenti storici e archeologici nell’Europa centrale. Lungo i 550 km dell’antico confine romano da Bad Hönningen/Rheinbrohl sul Reno fino a raggiungere Ratisbona, sul Danubio, oltre 80 città, comuni e distretti amministrativi si sono uniti per gestire al meglio questa eredità, offrendo anche numerose possibilità di svago. I siti dell’UNESCO sono straordinari punti di partenza anche per un viaggio alla scoperta dell’architettura, declinata in ogni suo aspetto: religiosa, industriale, storica. Nella regione occidentale del lago di Costanza e lungo le sponde del lago Federsee si trovano palafitte preistoriche edificate tra il 5.000 e il 500 a.C. Qui i reperti archeologici come legno, tessuti e piante si sono conservati perfettamente consentendo di ricostruire la struttura delle comunità, le attività commerciali e la mobilità nel periodo neolitico e nelle ere dei metalli. Il museo di Unteruhldingen sul lago di Costanza e il museo Federsee a Bad Buchau offrono un'ottima introduzione al tema delle palafitte. A Brühl, i castelli Augustusburg e Falkenlust con i rispettivi giardini sono straordinari esempi del rococò tedesco. Augustusburg, residenza preferita di Clemente Augusto di Baviera, principe elettore e vescovo di Colonia (1700–1761), vanta lo splendido scalone d’onore di progettato da Balthasar Neumann utilizzato fino al 1996 per gli incontri di rappresentanza del presidente della Repubblica tedesca. L’indiscusso apice dell’architettura rococò bavarese è invece il Santuario del Salvatore Flagellato sul prato, più noto come Wieskirche. Tra il 1745 e il 1754 i migliori artisti del tempo realizzarono una ineguagliabile fusione di architettura, pittura e stucco che crea una cornice gioiosa per la statua miracolosa del Salvato re flagellato che fu vista piangere nel 1738, trasformando la Wieskirche nel luogo di pellegrinaggio più famoso del XVIII secolo. A Essen, l´ex complesso industriale a doppio asse Zollverein, anche noto come la “miniera più bella del mondo”, è oggi uno straordinario monumento di archeologia industriale e dove tour guidati, modelli illustrativi, filmati e installazioni museali mostrano la lavorazione del carbone, con una colonna sonora di rumori autentici.

Claudio Zeni

Tutti gli articoli >

ZeniClaudio
germania uno scrigno di valori

ZeniClaudio

ZeniClaudio

Claudio Zeni, laureato in Letterature e Lingue straniere è nel mondo del giornalismo dall’età di 18 anni. Appassionato di sport, enogastronomia e turismo collabora con media locali, nazionali ed internazionali di settore. Tra i principali riconoscimenti giornalistici assegnatigli si ricorda il premio nazionale Gennaro Paone consegnatogli a Roma dal direttore generale dell’Enit, il I.o premio giornalistico nazionale ‘Strada del Vino del Recioto e di Gambellara’,  il I.o premio ‘Primavera del prosecco’, 'Amici della Chianina', 'Premio Tarlati', 'Scandiano', 'Sant'Angelo in Vado, 'Apicio', 'La bisaccia del tartufaio', 'Burson'. Per quattro anni ha seguito l’Hong Kong Food Festival e per due ha coordinato la manifestazione nazionale Top of Golf finalizzata alla proclamazione del miglior ristorante della ‘Wine Tour Cup’ dell'Associazione 'Città del Vino'. Coordinatore della giuria e dei cuochi del concorso culinario ‘Tartufo d’oro’ di Gubbio’. Unitamente al Presidente dei Cuochi di Arezzo organizza il concorso  'Penne bruciate', giornalisti ai fornelli dove a vincere è il 'piatto peggiore'. Autore con Leone Cungi del libro ‘Sport e società a Monte San Savino (Un secolo di storia sportiva e tradizioni sul borgo toscano). 

Inserisci il tuo commento

Titolo
Commento rilasciato da
Email
Commento
Valutazione

Autorizzo al trattamento dei dati personali secondo il Disposto di Legge 196/2003 per essere contattato e ricevere le informazioni da me richieste con la compilazione di questo modulo. Tutela della privacy
Nome e Cognome
Email
Telefono
Paese
Messaggio

Autorizzo al trattamento dei dati personali secondo il Disposto di Legge 196/2003 per essere contattato e ricevere le informazioni da me richieste con la compilazione di questo modulo. Tutela della privacy

CAPTCHA Image
[ Cambia codice ]

Per poter inviare il messaggio inserisci qui il codice di sicurezza
Editore

Editore del Goloso & Curioso è la ditta Colombo 3000, un gruppo aziendale che si occupa da oltre 10 anni della...Leggi tutto»

Iscriviti alla Newsletter